Uva passita al brandy - I Menù di Lucia Mereu

Maecenas vitae congue augue,
nec volutpat risus.
linea bianca orizzontale
scritta imenù
scritta diluciamereu
Ricette e curiosità in cucina
www.imenudiluciamereu.altervista.org
Sono le ore di
luciacuoca tubes2
Vai ai contenuti
Uva Passita al Brandy
Facile, perfetta per chi ama la frutta e vuole riutilizzarla in preparazioni di ogni tipo.
Preparazione: 20 minuti
Porzioni: 2-3 vasetti
Cottura: 0 minuti
Difficoltà: facile

Ingredienti:
◗ 2 kg di uva bianca;
10 chiodi di garofano;
◗ 2 stecche di cannella;
◗ brandy o cognac q.b.
L'uva passita al brandy si può gustare al cucchiaio oppure usarla per insaporire altri dessert. Nell'esecuzione della ricetta, il picciolo va lasciato attaccato (potete accorciarli leggermente), per evitare che la frutta si spappoli nell'arco delle settimane di infusione nel liquido.
uva passita al brandy1
banner menu navigazione1
Preparazione:
Lavate sotto il rubinetto d'acqua e appendete i grappoli d’uva, uno per uno, per circa 2 o 3 mesi. Di tanto in tanto controllare il processo di appassimento ed eliminate gli eventuali acini marci. Una volta appassita, staccate gli acini con il relativo picciolo, ma senza raspo, e con uno strofinaccio pulito delicatamente rimuovete la polvere. Disponeteli in vasetti di vetro, aggiungendo qualche pezzetto di cannella ed un paio di chiodini di garofano. Mettete in ogni vasetto il brandy (oppure il cognac), fino a coprire completamente l’uva. Chiudete ermeticamente i vasetti e attendete circa 2 mesi prima di servire.
Consigli:
Il lavaggio della frutta è molto importante, perché sulla buccia potrebbero essere presenti residui di prodotti chimici usati nel frutteto. Le eventuali spezie vanno inserite intere, perché altrimenti il gusto finale del liquore potrebbe venirne eccessivamente caratterizzato.
Privacy Policy - Personalizza tracciamento pubblicitario
imenudiluciamereu.altervista.org
Ricette e curiosità in cucina
scritta i menù
scritta diluciamereu
Grazie ^_^
Votami in Net-Parade
Torna ai contenuti